Pillola #8: Siamo quello che mangiamo

MaximilianPillole di GuarigioiaLeave a Comment

Ecco uno degli argomenti che mi stanno più a cuore e una delle più grandi Gioie della mia Vita: il Cibo!

Sul Cibo è stato detto di tutto e di più, eppure c’è ancora un concetto che a molte persone non è chiaro: siamo quello che mangiamo.

Non è una frase fatta… è la verità e chiunque può sperimentarlo o quantomeno comprenderlo con un semplice ragionamento.

Il nostro corpo per vivere ha bisogno di nutrimento. Tutto ciò che ingeriamo viene digerito, trasformato, assimilato e in parte scartato dal nostro organismo.

Il nostro corpo è fatto di ciò che mangiamo e beviamo ogni giorno.

Ma non solo! Il nostro corpo è fatto anche di ciò che respiriamo e di ciò che assorbiamo attraverso la nostra pelle (creme, profumi, cosmetici, eccetera).

Per mantenere il nostro corpo in salute è necessario introdurre le sostanze giuste, quelle che lo nutrono, evitando quelle che invece lo inquinano e lo avvelenano.

Le sostanze nutrienti danno energia al corpo e lo mantengono in forma. Le sostanze tossiche indeboliscono il corpo, consumano molta energia per essere smaltite e favoriscono la malattia.

Ma quale cibo è sano e quale invece è tossico?

Su questo argomento si dibatte a non finire… carnivori, vegetariani, vegani, fruttariani, reducetariani, la paleodieta, la zona, la ducan, la dieta del gruppo sanguigno e infiniti altri punti di vista… ognuno ha la sua parte di verità (e le sue fissazioni).

Per me la questione è molto semplice: ogni organismo è leggermente diverso, ma partiamo tutti da una matrice comune. Ogni cibo, assunto nelle giuste quantità, con la giusta frequenza e al momento opportuno nutre il corpo, gli fornisce energia e gli permette di smaltire le tossine.

In natura ci sono cibi che possiamo mangiare tutti i giorni, altri che dovremmo mangiare con minore frequenza o in base alla stagione, altri che sarebbe meglio per noi evitare.

Infine ci sono sostanze che per il nostro corpo NON SONO NUTRIMENTO, ma solo VELENI e TOSSINE. Queste sono le uniche sostanze che vanno assolutamente evitate se vogliamo mantenerci in salute.

Di quali sostanze si tratta? Beh, sicuramente dei prodotti di sintesi, degli agenti inquinanti e di tutto ciò che contamina il cibo pur non essendo destinato al nostro nutrimento. Ad esempio i coloranti e i conservanti di sintesi, i pesticidi, i metalli pesanti, le diossine, i derivati del petrolio, eccetera. Tutte queste sostanze sono relativamente innocue in dosi infinitesimali, ma assunte regolarmente assieme ai cibi, giorno dopo giorno, sono una delle principali cause di malattia.

Con questo non sto dicendo che dobbiamo mangiare solo cibo biologico. E’ vero, anche il biologico ha le sue zone d’ombra e margini di tolleranza sull’uso di pesticidi e altri agenti nocivi. Tra l’altro molti prodotti a marchio biologico che si trovano nei supermercati sono prodotti industriali e contengono sia ingredienti biologici che prodotti chimici di sintesi (il marchio biologico viene spesso utilizzato come specchietto per le allodole, per farci consumare e spendere di più, con la coscienza a posto).

Basta un po’ di buon senso: se possibile, scegliere il cibo di cui conosciamo la provenienza, la bontà degli ingredienti e la lavorazione.

Il modo migliore? Comprare solo materie prime di qualità (ad esempio da contadini, produttori locali, gruppi d’acquisto di cui ci fidiamo) e prepararsi il cibo in casa!

Noi facciamo così. Prepararci da soli il cibo è veramente una grande Gioia. La cucina è un vero laboratorio alchemico. Abbiamo scaffali pieni di spezie, bacche e semi, il frigorifero e la dispensa sempre pieni di verdure fresche e cereali integrali, le piante aromatiche in giardino… e ogni settimana facciamo il pane in casa con la pasta madre (mia moglie Daria è una vera esperta e fa un pane buonissimo!)

Per noi la cucina è una vera passione e i nostri figli mangiano di tutto, perché ogni cosa che cuciniamo è preparata con Amore e attenzione.

Ci sarebbe ancora tanto da dire sull’argomento, ad esempio sulla qualità energetica degli alimenti o su come le impressioni, i pensieri e le emozioni influenzano l’assimilazione del cibo… ma ne parleremo più avanti.

Intanto, buon appetito!

Il Mantra del giorno: Siamo quello che mangiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *