Pillola #6: Scende la neve, cambiare si deve!

MaximilianPillole di Guarigioia2 Comments

Dopo un inverno relativamente caldo, d’improvviso è arrivata una nevicata molto intensa, che in due giorni ci ha seppelliti sotto un metro di neve.

Sembra che a tante persone la neve non stia molto simpatica. Strade bloccate, impossibile andare al lavoro o a fare la spesa, la gente in macchina impazzisce e per strada se ne vedono di tutti i colori (bianco a parte).

Eppure quando nevica io sono felicissimo. La neve mi dà una gioia immensa e una grande pace.

Subito mi riporta a quando ero bambino… la prima nevicata dell’anno era un evento sensazionale. Quando mi svegliavo al mattino e guardando fuori dalla finestra vedevo la campagna innevata, che gioia! Giusto il tempo di indossare i mitici Moon-Boot, guanti, giacca e berretta… e via fuori a giocare tutto il giorno in mezzo alla neve!

E poi tutto si trasforma. Osservare i fiocchi che cadono e vedere tutto il paesaggio che lentamente si ricopre di bianco mi fa sempre un effetto strano. E’ come se il mondo che conosco e che do per scontato, eterno e immutabile, d’improvviso scomparisse lasciando spazio a infinite nuove possibilità, un foglio bianco, un paesaggio tutto da reinventare, da ridisegnare.

Calpestare la neve fresca mi fa sempre provare una strana sensazione… lasciare per primo le mie impronte, violare quel candore, alterare quella bellezza così pura… è un gesto che ha una sua importanza, lo faccio sempre con riluttanza.

Eppure in situazioni normali non vivo questa sensazione e cammino spavaldo per il mondo senza nemmeno accorgermi di cosa sto calpestando o dove sto appoggiando lo sguardo.

La neve ha questo potere, il potere di cambiare la mia percezione del mondo.

La grande nevicata ha portato con sé anche un grande blackout. Nella nostra regione più di 200’000 persone sono rimaste senza corrente elettrica per 3-4 giorni. A parte la solita caccia alle streghe per trovare qualcuno a cui dare la colpa, la forte nevicata e il blackout hanno messo a dura prova tutti quanti.

Eh già, la neve cambia la nostra percezione del mondo e ci costringe a cambiare punto di vista, ci chiede di adattarci a una situazione nuova alla quale non eravamo preparati.

Per alcuni questa è una splendida opportunità per uscire dai soliti schemi, accogliere il nuovo e trasformarlo in un gioco o in una esperienza fuori dal comune, straordinaria.

Per altri, tutto ciò è solo un grosso dramma personale di cui lamentarci su Facebook, quando sarà tornata la corrente.

Per me è stata una bella occasione per stare in famiglia, al calduccio davanti alla stufa a legna, leggendo un libro a lume di candela, tra coccole, massaggini e qualche breve escursione in mezzo alla neve.

Certo, anche io lancio imprecazioni all’universo se sono costretto a prendere la macchina per andare a prendere mia figlia a scuola mentre nevica come in Siberia, ma questo è un comportamento stupido, inutile, che non farà smettere di nevicare e non migliorerà la mia situazione. Anzi, di solito la peggiora, perché spreco energia lamentandomi anziché concentrarmi al 100% sulla guida.

La verità è che a noi uomini moderni il cambiamento non piace. Siamo pigri, abitudinari e… infelici.

La Neve ci invita al cambiamento, il cambiamento porta vitalismo, il vitalismo porta guarigione e la guarigione porta… Gioia!

Il Mantra del giorno: Scende la neve, cambiare si deve!

Di fronte a casa mia, il primo giorno della nevicata

2 Comments on “Pillola #6: Scende la neve, cambiare si deve!”

  1. Avatar
    Gabri di Gaia

    Suggerimento per la prossima nevicata: non andare a scuola, ma giocare alle palle di neve!
    Ci si diverte e si evitano i naturali improperi!

    1. Maximilian
      Maximilian

      Giusto Gabri, ottima idea!!!
      E poi intorno a casa mia ci sono certe discese da fare con lo slittino… meglio che guidare la macchina 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *