Pillola #19: La Gioia è la mia Bussola d’Oro

MaximilianPillole di Guarigioia2 Comments

Dice il saggio: ciò che conta non è la meta, ma il viaggio.

Può sembrare una frase fatta, ma se ci pensi ti accorgi che le cose stanno davvero così.

Qual è lo scopo della nostra vita?

Diventare ricchi? Famosi? Avere successo in qualcosa? Passare alla storia? Fare del bene agli altri? Oppure vivere una vita tranquilla, nel nostro piccolo angolo di mondo, senza alti né bassi?

Veniamo al mondo senza il manuale delle istruzioni, ma per fortuna qualche indizio lungo il cammino c’è.

La prima certezza che abbiamo, forse l’unica, è che tutti si nasce e tutti si muore. E’ vero, si narra che qualcuno abbia infranto la regola, resuscitando, diventando immortale o trasformando il proprio corpo in pura luce… ma per quanto mi riguarda sono leggende o racconti che non ho potuto verificare in prima persona. Non dico che non siano veri, ma ovviamente sono eccezioni alla regola e chi ce l’ha fatta a sconfiggere la morte lo ha fatto dedicando la sua intera vita a questo scopo. Cosa che la maggior parte di noi non sta facendo.

Quindi con buona approssimazione possiamo affermare che la morte è una delle poche certezze che abbiamo.

E dunque, dicevano gli epicurei, di che state a preoccuparvi? Gioite!

Facile, vero? Ahimè, tutt’altro che sì…

Viviamo la nostra vita misurando successi e fallimenti. Ci poniamo degli obiettivi materiali e ci impegniamo a raggiungerli, anche se sappiamo benissimo che al momento della nostra morte tutto questo non ci riguarderà più. Diventare ricco e famoso? Avere successo? Passare alla storia? A che scopo?

Meglio vivere una vita tranquilla nel nostro piccolo angolo di mondo, senza alti né bassi? Di nuovo… a che scopo?

A che scopo ricercare il piacere e rifuggire il dolore, se al momento della nostra morte la lavagna della nostra vita verrà cancellata con un risoluto colpo di spugna?

Beh, la risposta potrebbe essere… visto che abbiamo solo il qui e ora, meglio goderselo e gioire, piuttosto che soffrire, no?

Sì, sono totalmente d’accordo in parte 🙂

Anche solo per il semplice fatto che siamo stati creati così, con una polarità: la gioia ci attira e il dolore ci respinge.

Sembra che dentro di noi ci sia una specie di bussola, con un ago magnetico che si orienta in una certa direzione: la Felicità.

Una Bussola d’Oro che indica la direzione della Felicità!

Quindi questa può essere una buona indicazione da seguire lungo il nostro cammino: andare verso la gioia, lasciandosi alle spalle il dolore.

Il che non vuol dire “evitare il dolore a tutti i costi”. Tanto non è possibile… non abbiamo la possibilità di evitare il dolore nella nostra vita. Non è così che vanno le cose.

Però possiamo sviluppare la capacità di accettarlo, superarlo e lasciarcelo alle spalle. Come dice sempre un mio insegnante e caro amico, nella vita quello che conta non è augurarsi di avere sempre strade pianeggianti e prive di buche (perché non accadrà), ma sviluppare buoni ammortizzatori. Direi che la frase rende bene l’idea.

E quindi la nostra vita diventa un viaggio verso la Felicità… un viaggio che dura tutta la vita. Perché la Felicità non è un luogo, ma uno stato interiore che va costantemente ricercato, coltivato e mantenuto. La Felicità, appunto, è una DIREZIONE da seguire. E quindi solo quando siamo in cammino possiamo essere felici, quando l’ago della nostra Bussola d’Oro punta costantemente verso l’alto.

Facciamo un’analogia: stiamo camminando sul nostro pianeta Terra con una bussola in mano, che si orienta con il campo magnetico terrestre. Continuiamo a camminare verso Nord, finché arriviamo nel punto esatto del Polo Nord Magnetico. Finalmente siamo arrivati a destinazione!!! E cosa accade a questo punto? Sì, esatto, la bussola impazzisce!!!

E’ solo un esempio, ma secondo me rende bene l’idea.

La nostra vita è così, la nostra Bussola d’Oro ci indica costantemente la direzione della Felicità e ci invita a metterci in cammino per raggiungerla. Ma l’idea che la Felicità sia in un luogo preciso, in un certo evento, in uno stato sociale o in una conquista, questa è illusione.

La vera Felicità non è nella meta, ma nel viaggio. Solo mentre siamo in cammino possiamo sperimentare la vera Felicità.

Se siamo infelici e pensiamo che potremo essere felici solo quando avremo una casa più grande, un lavoro sicuro, tanti soldi, una posizione sociale, il successo, la fama, la donna dei nostri sogni o quando andremo a vivere in un paradiso (fiscale)… se stiamo vivendo così, allora non stiamo seguendo le indicazioni della nostra Bussola d’Oro.

Perché le cose stanno così… ognuno di noi ha la sua Bussola d’Oro che indica la direzione della Felicità, ma purtroppo abbiamo smesso di seguirla.

Da bambini sappiamo senza alcun dubbio come usare la nostra bussola. Ma crescendo le cose cambiano… smettiamo di ascoltare la nostra voce interiore, la nostra Bussola d’Oro, e cominciamo ad ascoltare la voce della società che pretende di insegnarci come si sta al mondo.

Cosa fare allora per ritrovare la via verso la Felicità?

Beh, la prima cosa che farei io è… rimettermi in viaggio, per il solo piacere di viaggiare.

Ricominciare ad ascoltarmi, chiedermi cosa mi rende davvero felice ora… domandarmi se gli obiettivi che mi sono prefissato valgono davvero una vita di sacrifici… se davvero vale la pena vivere una vita di sofferenza in attesa di raggiungere un risultato che dovrebbe rendermi felice, ma che forse non arriverà mai (e che forse non mi renderà poi così felice).

Eppure, come dicevo all’inizio… che io abbia vissuto una vita di gioia o sofferenza, che differenza fa, se al momento della mia morte tutto verrà spazzato via e non ci sarà più niente da rimpiangere o di cui rallegrarsi?

E se la Bussola d’Oro mi indicasse una meta reale, ma che non è materiale e non si raggiunge in questa vita?

Se lo scopo della nostra esistenza sulla Terra non fosse semplicemente inseguire la felicità e rifuggire il dolore, ma la felicità fosse solo l’indicazione che ci stiamo avvicinando a una meta che va ben oltre il conosciuto?

Come dicevo, veniamo al mondo senza il manuale delle istruzioni, ma per nostra fortuna ci sono indizi disseminati lungo il percorso… e questi indizi ci fanno supporre che le cose stiano proprio così.

Avanti tutta!

Il Mantra del giorno: La Gioia è la mia Bussola d’Oro

2 Comments on “Pillola #19: La Gioia è la mia Bussola d’Oro”

  1. Avatar
    Antonella

    La sincronicita è magnifica sto facendo un lavoro di guarigione e trasmutazione e ho ricevuto questo messaggio per il mio cammino e stamattina ho digitato su internet La gioia .it ed è saltato fuori ad abbracciare la mia anima questo messaggio. La vita è magnifica e Io seguo la Mia Bussola d Oro. Grazie di cuore.

    1. Maximilian
      Maximilian

      Grazie a te Antonella per le tue splendide parole! Sono felice per te 🙂
      Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *