Pillola #10: Meglio un giorno Risvegliato che 100 anni addormentato

MaximilianPillole di Guarigioia2 Comments

A chi piacerebbe vivere 20 anni in più? Che Gioia sarebbe poter allungare la propria Vita! Quante cose potremmo fare dopo essere andati in pensione!!!

Ma è davvero possibile? Beh, la risposta è: andare in pensione in Italia probabilmente no 🙂

Vivere più a lungo, probabilmente sì, se trasformiamo il nostro stile di vita eliminando qualsiasi spreco di energia, qualsiasi agente intossicante e pratichiamo quotidianamente esercizi per il recupero e il riequilibrio della nostra energia vitale.

E’ un percorso impegnativo, che richiede totale dedizione, eppure non possiamo essere certi che sia sufficiente. In fondo non possiamo sapere quale sarà il nostro destino e quanto a lungo potremo veramente vivere, se la nostra morte dipenderà da fattori di salute o altro. Di sicuro vale la pena provarci, ma… a che scopo vogliamo vivere più a lungo?

Ne ho già parlato: ci comportiamo come se fossimo immortali, viviamo la nostra vita con il pilota automatico, ripetendo noi stessi istante dopo istante.

A che serve vivere 20 anni di vita in più, se anche questi 20 anni di vita li vivremo in uno stato di “incoscienza” o come se fossimo “addormentati”?

E se il segreto non fosse quello di “vivere più a lungo”, ma di “vivere più intensamente”, con più presenza e consapevolezza, la Vita che ci resta da vivere?

Ok, immagino che la maggior parte delle persone potrebbe rispondermi: “Ehi, parla per te, io sono ben sveglio e consapevole al 100%!”

Sì certo, lo pensavo anche io di me stesso. Finché non ho cominciato a fare alcuni esperimenti.

Facciamo un esercizio, ti va?

Per una settimana, prova a portare attenzione e ricordarti di te ogni volta che stai per attraversare una porta.

E’ semplice, che ci vuole: prima di aprire o attraversare una porta, osserva per un istante la situazione in cui ti trovi, osserva te stesso e l’ambiente che ti circonda, pensa “sto attraversando la porta” e poi attraversala. E’ questione di un istante.

Facile? Sì, se sei sempre presente a te stesso.

Non voglio rovinarti la sorpresa, ma… io mi sono accorto che il risultato è a dir poco disastroso. Mi muovo con il pilota automatico, faccio qualsiasi cosa senza rendermene davvero conto. Mentre vivo il mio quotidiano, sono totalmente immerso nel mio “dialogo interno”. La mia mente continua a parlare a se stessa, bla bla bla, e intanto proietta davanti ai miei occhi immagini di fantasia, ricordi di un passato rielaborato o scene di un futuro inventato.

La nostra mente è un vero e proprio cinema… e noi siamo dei grandissimi registi, ognuno a mettere in scena e recitare il film della propria vita… c’è chi ha la passione per il melodramma, chi per la storia d’amore, chi per il thriller o l’action movie, chi per la commedia… anche se la maggior parte di noi preferisce la telenovela brasiliana, quella sempre uguale a se stessa, dove ogni colpo di scena è in realtà la monotona ripetizione dello stesso cliché.

Insomma, la nostra mente si inventa di tutto pur di non farci stare concentrati nel Presente.

Il Presente, sì, il Presente!!! L’unica cosa che abbiamo, l’unica cosa che ha realmente valore…. il nostro Qui e Ora, l’istante presente.

Ora fai un altro breve esercizio…

Per un attimo fermati, apri gli occhi, osserva la scena intorno a te, fai un respiro lento e profondo, senti l’aria che entra, senti il tuo corpo, senti la tua presenza all’interno della scena, la tua corporeità, la tua ESISTENZA, senti lo spazio che occupi in questa realtà.

La senti? Senti quanta energia è contenuta nell’istante presente? Ti accorgi di quanta intensità c’è in un singolo istante vissuto consapevolmente?

Come sarebbe vivere un’intera vita con tale intensità?

Bene, ti lascio al tuo presente. Fai l’esercizio delle porte, se ti va, poi lascia il tuo commento e fammi sapere com’è andata!

Il Mantra del giorno: Meglio un giorno Risvegliato che 100 anni addormentato

2 Comments on “Pillola #10: Meglio un giorno Risvegliato che 100 anni addormentato”

  1. Dave

    Ho fatto l’esperimento delle porte e ho fatto il record: praticamente ho dormito tutte le volte!!! In realtà una volta ci sono riuscito a fermarmi e a osservare un po’ il mondo, e mi è apparso più grande del solito… interessante assai!

    1. Maximilian
      Maximilian

      Bene, si comincia così, dal prendere consapevolezza della nostra attuale situazione… il passo successivo è cominciare a lavorarci su, una porta alla volta 🙂
      E sì, quando ci ricordiamo di noi e del momento presente, il mondo sembra più grande e, almeno per me, più luminoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *